close



Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica e clicca su ISCRIVITI ORA

Torna alla pagina precedente indietro

Ingrandisci immagine Duo in Concerto
Ingrandisci immagine
Visualizza immagine Duo in Concerto
Duo in Concerto
Concerto d'Autunno

Venerdì 19 Ottobre 2018 - Ore 21,00

sulle musiche di F. Chopin, F. Liszt, C. Debussy
al pianoforte Sandra Conte, al violoncello Luca Colardo

INGRESSO LIBERO - Prenotazione obbligatoria: hifi@afmerate.com

Il programma presentato dal duo Colardo-Conte spazia da una composizione giovanile di F. Chopin ad un brano di F. Liszt raramente eseguito nella sua versione originale, ma molto conosciuto nella sua versione per pianoforte, per concludersi con tre composizioni di C.Debussy.

Il filo conduttore è l'evoluzione di un certo suono "francese". 

Presentazione del Concerto

Fryderyc Chopin, compositore di origine polacca ma vissuto prevalentemente a Parigi, ne assorbì l'atmosfera di grande raffinatezza intellettuale. L'Introduction e Polonaise Brillante è un brano di grande effetto dove il pianoforte viene esaltato da rapide volatine mentre il violoncello si esprime al meglio con un cantabile dalle sonorità calde e profonde, con temi che riecheggiano le danze popolari polacche, tanto care al compositore.

Il brano "O lieb" di Franz Liszt, compositore di origine ungherese ma che soggiornò a lungo a Parigi, è divenuto celebre nella versione per pianoforte solo, ma originariamente era  nato come un Lied per voce e pianoforte. Il testo cupo e malinconico che ispira questa composizione dà vita a sonorità struggenti e, nella parte centrale, ad un crescendo drammatico e quindi ad un accorato recitativo, che ben si adatta ad essere trasposto dalla voce al violoncello.

Di Claude Debussy saranno proposte tre composizioni. "Claire de lune", nella trascrizione per violoncello e pianoforte, è uno dei pezzi del compositore francese più amati dal pubblico, tanto da essere spesso estrapolato dalla "Suite bergamasque" di cui fa parte. "Reflets dans l'eau", dal secondo libro delle Images per pianoforte, è diventato l'emblema dell'impressionismo in musica. La Sonata per violoncello e pianoforte, in tre movimenti,
è una delle ultime opere di Debussy: vi è un ritorno alla tradizione cembalistica di Couperin ma anche una grande modernità nella ricerca timbrica e nella costruzione formale.

Programma

- F. Chopin Introduction e Polonaise Brillante op.3 per violoncello e pianoforte

- Liszt O lieb (prima versione del Sogno d'amore n.3) per violoncello e pianoforte

- Debussy Clair de lune (trascrizione per violoncello e pianoforte)

- Reflets dans l'eau per pianoforte Sonata per violoncello e pianoforte

Per dare la possibilità di un ascolto ottimale i posti sono limitati, è gradita la prenotazione.
 
Per le prenotazioni inviare una mail a hifi@afmerate.com completa di nominativo e numero di partecipanti
oppure telefonare al numero 039-9906728.

Luca Colardo

Nato a Milano il 7 maggio 1990, ha iniziato lo studio del violoncello con A. Cavuoto. Sotto la guida di M.Scano presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano si è diplomato con il massimo dei voti e ha conseguito il diploma accademico di secondo livello col massimo dei voti e la lode. Si è perfezionato con R.Pidoux e X.Phillips al “Conservatoire National Superieur” di Parigi ed ha seguito diverse Masterclass di violoncellisti quali K.Georgian, A.Polo, G.Rivinius, A.Meneses, D.Geringas (presso la “Accademia Chigiana” di Siena) E.Dindo, M.Polidori e G. Scaglione. Nel 2004 ha vinto il 1° Premio al Concorso Nazionale di Vittorio Veneto. Nel 2011 è risultato vincitore di due sezioni del “Premio Nazionale delle Arti”: archi solisti e musica da camera con la pianista Sandra Conte. Ha suonato per varie stagioni e rassegne in Italia e all’estero, tra cui: Milano (“Società dei Concerti”, “Festival Mito”, “Milano Musica”), Como, Varese, Bellagio (“Festival di Bellagio”), Cremona (“Mondomusica”), Brescia, Firenze, Roma (“Ara pacis”, “Accademia Filarmonica”) Napoli, Ravello (“Ravello Festival”), Parigi (“Istituto Italiano di cultura”, “Citè de la Musique”). I suoi concerti sono stati trasmessi da TV2000, Rai Radio -Tre, Rai Educational, Radio Vaticana, Radio Classica, Rai 1. Nel 2014 ha suonato con Sandra Conte per i “Concerti del Quirinale”, concerto trasmesso in diretta da Rai Radio–Tre. Nel 2015 ha suonato come solista con la Rousse Philarmonic Orchestra il concerto di Dvorak. Nel 2016 ha ricevuto il 1° Premio al Concorso Internazionale “Grand Prize Virtuoso” di Salisburgo, dove si è esibito nella prestigiosa “Wiener Saal” del “Mozarteum”. Nell’ambito della musica contemporanea ha collaborato con lo “Ensemble Intercontemporain” sotto la direzione di Susanna Malkki, il “Divertimento Ensemble” sotto la guida di Sandro Gorli e la Biennale di Venezia (sotto la direzione di Michele Carulli, Mathieu Mantanus e Alessandro Cadario).
Nel settembre 2017 si è esibito alla Carnegie Hall di New York assieme a Sandra Conte in quanto vincitore, come unico italiano della categoria, del concorso “The 2017 New York International Cello Competition”. In duo con la pianista Sandra Conte ha recentemente realizzato un cd con l’integrale delle opere per violoncello e pianoforte di Chopin e Debussy, pubblicato in esclusiva dalla rivista Amadeus (agosto 2018).

Sandra Conte

Nata a Brindisi, ha iniziato lo studio del pianoforte privatamente a sei anni in Algeria e si è diplomata col massimo dei voti presso il conservatorio “G.Tartini” di Trieste nel 1990 sotto la guida di Luciano Gante. Tra il 1990 e il 1995 ha studiato con Ilonka Deckers che le ha trasmesso la tecnica e gli insegnamenti della scuola pianistica russa. Dopo la laurea in ingegneria civile ha preso parte a numerosi corsi e masterclass con maestri quali V.Margulis, F.Scala, C. Rosen, S,Pedroni, P.Rattalino, L.Naumov, che l’ha definita “una vera musicista”. Si è in seguito perfezionata con L.Leonardi ed E.Ponti conseguendo nel 2007 il diploma di secondo livello in pianoforte a indirizzo concertistico presso il Conservatorio "G.Verdi” di Milano.
Ha studiato composizione presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano coi Maestri F.Vacchi, S.Bo, G.Possio, diplomandosi nell'ottobre 2011 col massimo dei voti e  la lode.
Come pianista si è esibita per importanti rassegne ed associazioni musicali quali la “Scuola Normale di Pisa”, la “Società dei Concerti” di Milano, “Festival di Musica da Camera” di Cervo, “Festival Liszt” di Bellagio, “Ravello Festival”, “Associazione Carducci” di Como, "Radio Vaticana", "Musica Futura" de L'Aquila, "Cremona Mondomusica", "Kyoto international Music Students Festival", “Concerti del Quirinale” trasmessi in diretta su Rai Radio Tre.
Sue composizioni sono state eseguite in importanti teatri quali il Teatro “Ariosto” di Reggio Emilia, il Teatro “Da Ponte” di Vittorio Veneto, il Teatro “Dal Verme” di Milano.
Nel 2011 le è stata dedicata una puntata della trasmissione “Ultimo grido” su Radio Classica.
L’Opera da camera “La Gatta Bianca”, vincitrice del Premio Fedora nel 2012,  è stata messa in scena nel settembre 2013 presso il Teatro Coccia di Novara in collaborazione col Festival Mito.
Alcune sue composizioni didattiche sono edite da Sconfinarte e EFFE Edtore. Terra per violoncello solo è edita da Rugginenti. Attualmente insegna pianoforte propedeutica presso il Conservatorio di Darfo, sede staccata di Brescia.